Il progetto

Novembre 2018, Piazza della Scala: gli chef Negrini e Pisani decidono di inaugurare VOCE Aimo e Nadia. Un nuovo progetto imprenditoriale per i due chef che, mettendo sul tavolo esperienze, idee di cucina e voglia di sperimentare, aggiungono nuova freschezza al Gruppo Aimo e Nadia. Un connubio che ne conferma la filosofia: innovazione è cultura, rispetto della tradizione, conoscenza, solo così la cucina diventa arte.

VOCE Milano
VOCE Milano

La mia idea è quella di trasformare le migliori
materie prime italiane in piatti gourmet
valorizzando i sapori autentici di ogni territorio
ed esaltando l’arte e la storia delle molteplici culture culinarie

CHEF LORENZO PESCI

La collaborazione con Intesa Sanpaolo

L’anno 2018 segna l’inizio di una collaborazione tra il Gruppo Aimo e Nadia e Intesa Sanpaolo, la quale decide di affidare al Gruppo la gestione globale dei servizi di ristorazione all’interno della sede di Piazza della Scala, adiacente e comunicante con le Gallerie d’Italia. Un polo museale di grande importanza storica e artistica, formato da Palazzo Anguissola, Palazzo Canonica, Palazzo Beltrami e Casa Manzoni, che ospita l’omonimo centro studi. Un nuovo progetto, uno spirito di novità per sperimentare nuovi modi di stare insieme e vie di business, oltre a un rinnovato desiderio di bellezza e di contaminazione tra arte e cibo.

In Piazza della Scala, il 29 novembre 2018 ha aperto al pubblico VOCE Aimo e Nadia, uno spazio fluido in cui arte, cibo e cultura ne diventano la cifra stilistica.

VOCE offre la possibilità di vivere quattro esperienze diverse in altrettanti ambienti: la Caffetteria dove degustare tutti i momenti della giornata, la Gelateria artigianale d’eccellenza di Gusto 17, la Dispensa dove scoprire e acquistare i prodotti di nicchia e il Ristorante Gourmet che nella stagione estiva si sposta nel Giardino incantato di Alessandro Manzoni.

VOCE nasce dall’arte, parla d’arte ed è immersa nel cuore pulsante di Milano, in Piazza della Scala, precisamente nelle Gallerie d’Italia. “Può essere considerata la parte finale del Museo, in cui i visitatori trovano l’originalità, la sperimentazione e l’esplorazione di nuovi linguaggi culinari” sottolinea Michele Coppola, direttore centrale Arte, Cultura e Beni Storici di Intesa San Paolo, durante la conferenza stampa di presentazione.

La CEO del Gruppo Stefania Moroni spiega che l’insegna VOCE nasce dalla sua amicizia con il pubblicitario e scrittore Gavino Sanna, che ha contribuito a dare suggerimenti e stilare una lista di una cinquantina di nomi possibili, pronunciandoli ad alta voce per capire come suonassero. La scelta è ricaduta su VOCE, una parola giusta per omaggiare la vocazione del ristorante di raccontare storie attraverso i piatti. Ed è proprio Gavino Sanna a dedicarle una poesia che diventa manifesto del ristorante:

Per dirti che ti voglio bene.

A bassa Voce, aspettando la tua risposta, a Voce alta.

Insieme.

Con gioia decidiamo di cantare a tutta Voce, senza curarci di niente.

Senza musica, con la musica.

La Voce dell’amicizia, di pochi, di tutti.

Io, che faccio un mestiere meraviglioso ti dedico un segno che sarà sempre, per te, la mia Voce amica.

in Musica

VOCE in Musica è il progetto dove il sound incontra il gusto nella splendida cornice del Museo delle Gallerie d’Italia.