Premio Aimo e Nadia per i giovani, Negrini e Pisani: «Solo la formazione puo’ salvare la cucina»

Il 20 Marzo 2024 si è tenuta la Prima Edizione del Premio Aimo e Nadia per i Giovani, un’occasione di crescita condivisa per i giovani talenti emergenti. 

Il 20 marzo 2024 si è tenuta la Prima Edizione del Premio Aimo e Nadia per i Giovani presso l’Istituto Alberghiero di Molfetta in Puglia, un’occasione di crescita condivisa e straordinaria per i giovani talenti emergenti.  Il Gruppo Aimo e Nadia ha sempre creduto nella formazione dei giovani, e questo premio è la dimostrazione tangibile di tale impegno.

Alessandro Negrini e Fabio Pisani con Stefania Moroni oggi rappresentano il Gruppo, un’azienda che conta più di 90 dipendenti di cui circa il 70% sono under 35. Il Premio Aimo e Nadia per i giovani rappresenta un’opportunità significativa per la crescita personale e professionale dei ragazzi che studiano negli Istituti Alberghieri.

Il tema della prima edizione 2024 del Premio Aimo e Nadia per i Giovani è:

“PUGLIA, UN TERRITORIO DA RACCONTARE”
Sostenibilità ed educazione alimentare, le fondamenta per i protagonisti di domani.

 

Il Premio consiste in una sfida a squadre rivolta agli studenti del 4° e 5° anno, i futuri chef e professionisti di sala. In palio ci sono: Un periodo di formazione di sei mesi, comprensivo di vitto alloggio e rimborso mensile, seguito da sei mesi di assunzione in azienda.

– 1° Classificati (sala e cucina) al Luogo di Aimo e Nadia

– 2° Classificati (sala e cucina) da Voce Aimo e Nadia

– 3° Classificati (sala e cucina) al bistRo di Aimo e Nadia

Alla fine dell’anno, per i primi classificati è previsto anche un corso di perfezionamento, presso ALMA – Scuola Internazionale di Cucina Italiana a Colorno, sulla base delle attitudini e predisposizioni personali.
La possibilità di ottenere una formazione ulteriore è un investimento nel proprio futuro lavorativo. Inoltre, il riconoscimento attraverso un premio è sinonimo di motivazione a perseguire i propri sogni e le proprie ambizioni.

La giornata del 20 marzo è iniziata con il ritrovo della giuria, composta da professionisti del settor e quali, la CEO del Gruppo “Aimo e Nadia Milano” Stefania Moroni, lo chef Fabio Pisani, Antonella Ricci docente di ALMA, il sommelier Giuseppe Cupertino e la giornalista Barbara Politi, i quali hanno valutato le proposte dei partecipanti, premiando le squadre più meritevoli.

A seguito del ritrovo della giuria le squadre formate da giovani futuri professionisti del settore hanno presentato i loro menu e gli abbinamenti vini, mostrando le loro competenze e dimostrando tutto il lavoro e l’impegno per essere tra le 6 squadre restanti.

Al termine di tutte le squadre partecipanti e a seguito delle valutazioni, la giuria si è ritrovata per dichiarare i vincitori.

“LA CLASSIFICA FINALE”

1° Classificati

Mastrotaro Davide 5° anno (Cucina) – Losito Erika 5° anno (Sala)

(Aiuto) Ciciriello Salvatore 4° anno (Cucina) – Sebastiani Marco 4° anno (Sala)

 

 

Menu Proposto:

ANTIPASTO – La costa pugliese Pralina di gamberi di Gallipoli, tartare di pesce salpa con salsa di pompelmi e fichi secchi

PRIMO – Un piatto più storie Pasta ripiena di cime di rapa, fonduta di pallone di gravina e bagnetto verde

Abbinamento vini: AKA CHERME’ SPUMANTE ROSE’ LE “ROTAIE” SUSSUMANIELLO ROSE’

L’idea: Dalla ricerca e collaborazione tra cucina e sala nascono i nostri abbinamenti, strettamente collegati al nostro territorio e che seguono la stagionalità dei prodotti, la qualità della materia prima e le giuste fasi di lavorazione innovative ma allo stesso tempo tradizionali

 

 

2° Classificati

Valente Sergio 5° anno (Cucina) – Cilli Grazia 5° anno (Sala)

 (Aiuto) Cirillo Sergio 4° anno (Cucina) – Amorese Graziana 4° anno (Sala)

 

 

Menu Proposto:

APERITIVO: Bruschetta di pane di Altamura

ENTREÉ: Flan di carota di Polignano PRIMO Risotto alle cime di rapa

Abbinamento vini: CALAFURA TOMARESCA IGT TALO’ SAN MARAZANO IGP

 

 

3° Classificati

Camporeale Francesco 5° anno (Cucina) – Losito Francesco 5° anno (Sala)

 (Aiuto) Schisa Alessio 4° anno (Cucina) – Zafferino Davide 4° anno (Sala)

 

 

Menu Proposto:

ANTIPASTO: Tartare di Ricciola marinata agli agrumi

PRIMO: Orecchiette di grano arso con cime di rapa e burrata

Abbinamento vini: ZINZULA IGT ROSATO, MASSERIA ALTAMURA FIVE ROSES, LEONE DE CASTRIS

 

Il Progetto Giovani Aimo e Nadia ha una prospettiva a lungo termine. I prossimi passi sono di estendere la lista degli istituti partecipanti al Premio del 2025 entro l’estate, continuando a sostenere e valorizzare i giovani talenti della cucina italiana.

Un futuro concreto e un impegno condiviso: questo è ciò che il Premio Aimo e Nadia per i Giovani rappresenta.

LEGGI L’ARTICOLO SU COOK CORRIERE

CONDIVIDI L'ARTICOLO

Articoli correlati

DUCO Travel Summit Italy

Dal 18 al 22 marzo 2024, a Milano, si è tenuta la sesta edizione di DUCO Travel Summit Italyun evento di alto livello che si tiene ogni anno in Italia,…
Il LuogoNews